ricorso contro multa per violazione art. 173/2-3bis CDS
Nome utente: Password:

Autore Topic: ricorso contro multa per violazione art. 173/2-3bis CDS  (Letto 637 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline jakka1

  • Leguleio
  • **
  • Post: 30
    • Mostra profilo
ricorso contro multa per violazione art. 173/2-3bis CDS
« il: 27 Mag 2009, 05:54:39 pm »
Ciao a tutti.
Devo impugnare una multa per violazione dell'art in oggetto, ovvero guida usndo telefonino senza vivavoce o auricolare. Multa elevata dalla polizia municipale di Roma.
la violazione non è stata contestata immediatamente per: "impossibilità di fermare il veicolo in condizioni di sicurezza e nei modi regolamentari perché già distante dal posto di accertamento in servizio appiedato"
Tra l'altro il verbale riporta la targa corretta, ovviamente in quanto notificato al proprietario del veicolo successivamente, ma il modello è così identificato "veicolo FIAT AUTO SPA 1, AUTOVETTURA", il veicolo in questione è una Fiat PUNTO.
Credo che già questo possa essere motivo di impugnazione, posto che se il veicolo era distante per fermarlo lo era anche per vedere se il conducente parlava al telefono. ci sono anche sentenze a riguardo, anche se relative all'attraversamento di incrocio con semaforo rosso a detta dell'accertatore.
Inoltre non è stato nemmeno identificato il modello dell'auto.
Potrei anche sostenere che il proprietario non era a Roma, ed è vero in quanto la macchina è usata dal figlio.
Mi sorge il dubbio se impugnare davanti al GDP o Prefetto, puntando in quest'ultimo caso all'accoglimento del ricorso per decorrenza dei termini
ex art. 204/1bis.
Qualcuno mi può aiutare e fornire ulteriori graditi consigli?
Grazie



Offline jakka1

  • Leguleio
  • **
  • Post: 30
    • Mostra profilo
ricorso contro multa per violazione art. 173/2-3bis CDS
« Risposta #1 il: 27 Mag 2009, 06:00:27 pm »
...
Citazione
Mi sorge il dubbio se impugnare davanti al GDP o Prefetto, puntando in quest'ultimo caso all'accoglimento del ricorso per decorrenza dei termini
ex art. 204/1bis.

Per lo meno mi pare di aver sentito che l'ufficio del prefetto di Roma sia intasato da ricorsi. Ma attendo conferme in tal senso da colleghi romani, posto che mi trovo a 600 km da Roma.