Tag Archive | "droga"

La Cassazione ritiene non punibile la coltivazione una sola piantina di marijuana (dal basso THC)


ROMA – La Cassazione ha stabilito che la coltivazione di una sola pianta di marijuana “non è idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica”. Il pronunciamento della Suprema Corte è arrivato in seguito al ricorso del procuratore generale della Corte di Appello di Catanzaro che aveva protestato per l’assoluzione di un ragazzo di 23 anni sorpreso con una piantina di cannabis sul balcone della sua abitazione a Scalea, in provincia di Cosenza.
Proprio per il fatto che si trattava di una sola piantina, quindi chiamando in causa la “modestia dell’attività posta in essere emerge da circostanze oggettive di fatto, come in questo caso la coltivazione di una piantina in un piccolo vaso sul terrazzo di casa con un modestissimo principio attivo di mg 16, il comportamento dell’imputato deve essere ritenuto del tutto inoffensivo e non punibile anche in presenza di specifiche norme di segno contrario”. In altre parole i supremi giudici – in base alla sentenza 25674 – hanno chiamato in causa l’assenza di pericolosità del gesto, che è quindi da non sanzionare penalmente, come invece specificherebbe il legislatore in caso di coltivazione di sostanze stupefacenti.
Una decisione senza precedenti, una vera e propria svolta storica che creerà un importante precedente nella giurisprudenza e che, sicuramente, accenderà un focolaio di polemiche non da meno.
http://www.leggo.it/news/social/cassazione…ie/196624.shtml

Posted in Featured, Notizie Interessanti, Sentenza Corte di CassazioneComments (0)

Corte di Cassazione e cannabis: la coltivazione di una sola piantina non e’ punibile


http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f9/Cannabis_sativa_-_K%C3%B6hler%E2%80%93s_Medizinal-Pflanzen-026.jpg/190px-Cannabis_sativa_-_K%C3%B6hler%E2%80%93s_Medizinal-Pflanzen-026.jpg Corte di Cassazione, IV sezione penale, sentenza n. 25674 del 28/6/2011.

La coltivazione di una sola piantina di canapa indiana non è idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica.

La Suprema Corte ha assolto un piccolo consumatore di canapa indiana autoprodotta in considerazione della piccola quantita’. Una “coltivazione” di 16 mg in tutto non può arrecare danno alla salute pubblica.

 

Posted in Featured, Leggi e Decreti, Notizie Interessanti, Sentenza Corte di CassazioneComments (0)


Concorso per Magistrato - www.concorsomagistrato.it
 
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati
 
Esame Avvocati

RSS Forum Avvocati

Archivi