Archive | Sentenza Corte Costituzionale

I praticanti avvocati non possono essere nominati difensori d’ufficio

E’ incostituzionale la legge che consente ai praticanti avvocati di essere nominati difensori d’ufficio.

La Corte costituzionale, con la sentenza 17 marzo 2010, n. 106, dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 8, secondo comma, ultimo periodo, del regio decreto-legge 27 novembre, 1933, n. 1578 (Ordinamento delle professioni di avvocato e procuratore) – convertito, con modificazioni, dalla legge 22 gennaio 1934, n. 36, come modificato dall’art. 1 della legge 24 luglio 1985, n. 406 (Modifiche alla disciplina del patrocinio davanti al pretore), dall’art. 10 della legge 27 giugno 1988, n. 242 (Modifiche alla disciplina degli esami di procuratore legale), e dall’art. 246 del d.lgs. 19 febbraio 1998, n. 51 (Norme in materia di istituzione del giudice unico di primo grado) – nella parte in cui prevede che i praticanti avvocati possono essere nominati difensori d’ufficio.

Read the full story

Posted in Featured, Notizie Interessanti, Rassegna Stampa, Sentenza Corte Costituzionale, SentenzeComments (0)

Corte Costituzionale – Sentenza n.180/2009: addio indennizzo diretto

Facoltà del danneggiato di chiamare e mettere in mora il danneggiante e la sua compagnia come responsabile civile; CID facoltativo.
Secondo la Corte “l’azione diretta contro il proprio assicuratore è configurabile come una facoltà, e quindi un’alternativa all’azione tradizionale per far valere la responsabilità dell’autore del danno”.

Sentenza completa QUI

Posted in Sentenza Corte CostituzionaleComments (0)

Notifica delle cartelle esattoriali

Va fissato un termine perentorio per il concessionario
Contribuente in balia del fisco a tempo indeterminato? Illegittimo l’articolo 25 del Dpr 602/73.
Spetta ora al legislatore determinare al più presto il termine di decadenza.
Segue la sentenza 280/05
Read the full story

Posted in Sentenza Corte CostituzionaleComments (0)

Illegittimo togliere i punti di patente a chi non è stato identificato con certezza

Con la sentenza N.27/2005, la Corte costituzionale ha ritenuto che l’articolo 126 bis comma 2 del decreto legislativo 285 del 1992 sia in violazione dell’articolo 3 della Costituzione.
D’ora in poi, nel caso di mancata identificazione del conducente, il proprietario del veicolo dovra’ fornire all’organo di polizia i dati personali e della patente del conducente al momento della commessa violazione. Qualora cio’ non avvenga, la segnalazione (e la decurtazione dei punti) non potra’ comunque essere effettuata a carico del proprietario del veicolo. >> Segue sentenza.
Read the full story

Posted in Sentenza Corte CostituzionaleComments (0)

I nuovi confini della giurisdizione amministrativa secondo la Consulta

La Corte Costituzionale, con sentenza 6 luglio 2004 n.204, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 33, comma 1, del d.lgs. 31 marzo 1998, n. 80 (Nuove disposizioni in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nelle amministrazioni pubbliche, di giurisdizione nelle controversie di lavoro e di giurisdizione amministrativa, emanate in attuazione dell’articolo 11, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59), come sostituito dall’art. 7, lett. a, della l. 21 luglio 2000, n. 205 (Disposizioni in materia di giustizia amministrativa), nella parte in cui prevede che sono devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo «tutte le controversie in materia di pubblici servizi, ivi compresi quelli» anziché «le controversie in materia di pubblici servizi relative a concessioni di pubblici servizi, escluse quelle concernenti indennità, canoni ed altri corrispettivi, ovvero relative a provvedimenti adottati dalla pubblica amministrazione o dal gestore di un pubblico servizio in un procedimento amministrativo disciplinato dalla legge 7 agosto 1990, n. 241, ovvero ancora relative all’affidamento di un pubblico servizio, ed alla vigilanza e controllo nei confronti del gestore, nonché»; dell’art. 33, comma 2, del medesimo d.lgs., come sostituito dall’art. 7, lett. a, della l. 21 luglio 2000, n. 205; dell’art. 34, comma 1, del medesimo d.lgs., come sostituito dall’art. 7, lett. b, della l. 21 luglio 2000, n. 205, nella parte in cui prevede che sono devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo le controversie aventi per oggetto «gli atti, i provvedimenti e i comportamenti» anziché «gli atti e i provvedimenti» delle pubbliche amministrazioni e dei soggetti alle stesse equiparati, in materia urbanistica ed edilizia.
Read the full story

Posted in Sentenza Corte CostituzionaleComments (0)

Dichiarata l’incostituzionalità dell’art. 204 bis, comma 3 del Codice della Strada

La Corte costituzionale, con la sentenza 114 del 5 aprile 2004 ha dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 204 bis, comma 3 del codice della strada, che aveva introdotto l’obbligo, per i cittadini che intendevano ricorrere al giudice di pace, di un deposito cauzionale pari alla metà del massimo della pena edittale prevista per l’infrazione contestata.
Read the full story

Posted in Sentenza Corte CostituzionaleComments (0)

RSS Forum Avvocati

  • Assunzioni al Min. della Giustizia: si cercano 1000 cancellieri
    Decreto Legge n. 117/2016 - Per il triennio 2016-2018 il Ministero della Giustizia assumera' fino a 1000 cancellieri da inquadrare nei ruoli dell'amministrazione giudiziaria  a tempo indeterminato. Al reclutamento si procedera' in deroga alla n...
  • Diritto di superficie ad aedificandum
    Salve vorrei ricevere informazioni relativi a Sentenze a favore del mantenimento del diritto di superficie ed ad Edificare.Vi espongo la questione:Con una concessione reciproca di diritto di superficie vengono stabilito che il primo piano è MIO, il ...
  • Diritto di superficie ad aedificandum
    Salve vorrei ricevere informazioni relativi a Sentenze a favore del mantenimento del diritto di superficie ed ad Edificare.Vi espongo la questione: Con una concessione reciproca di diritto di superficie vengono stabilito che il primo piano è MIO, il...
  • Domanda...usucapione pegno è possibile?
    Buonasera a tutti e scusate la ignoranza ma vorrei chiedervi da studente se sia configurabile l usucapione del pegno non avendo trovato nulla in merito tra le fonti,per quel che riguarda l ipoteca so che è la legge a vietato. Grazie
  • Semplici domande di diritto commerciale
  • Domiciliazione Bologna
    Gentilissimi Colleghi,sono l'avv. Valeria Cecere del Foro di Bologna e offro la mia disponibilità per domiciliazioni, udienze, adempimenti di cancellaria, sia nel Foro anzidetto nonché nella Regione Emilia-Romagna e Padova, Vicenza, Verona, Rovigo o...
  • Avvocato Diritto Internet
    Buongiorno,disponibili a collaborazioni per questo ramo dello studio dedicato al diritto Internet.Per info inviare pm
  • affitto a badante
    sono propritario di 2 appartamenti 1 lo voglio affittare al badante che ha fatto il ricongiungimento familiare. E' normale la legge lo consente l'altro anno: e stato fatto di un anno: per vendita da parte mia quast'anno non si puo' piu' fare. quali son...
  • Terreno indifferente a quasi tutti
    Buonasera, premetto che molti di voi mi giudicheranno una persona, come posso dire, al quanto carognosa.Il tutto riguarda il terreno edificabile confinante all'abitazione dei miei genotori, che praticamente ne costituisce il giardino. Il terreno in og...
  • richiesta liquidazione danni
    buongiorno a tutti, la questione che vi sottopongo riguarda la seguente situazione:incidente mentre la macchina era parcheggiata (fiancata distrutta da un camion), denuncia alla assicurazione del danneggiato, perito della assicurazione del danneggia...
Concorso per Magistrato - www.concorsomagistrato.it
 
Ricerca e offerta di Domiciliazioni Legali tra avvocati
 
Esame Avvocati

Archivi